Ricetrasmittenti (CB, VHF, UHF)

Nessun problema in caso il portatore di pacemaker/defibrillatore NON sia il RADIOAMATORE che usa direttamente la ricetrasmittente. Questo perchè le onde radio (HF tra 1,830KHz e 29,7MHz, VHF tra 144 e 146 MHz, UHF tra 432 e 434 MHz) non sono frequenze che possano mimare l’attività cardiaca e influire sul funzionamento di un dispositivo impiantabile. Diversi pazienti, portatori di pacemaker/defibrillatori, sono però dei Radioamatori ed a loro è sempre stato sconsigliato l’uso delle loro attrezzature, soprattutto dei ricetrasmettitori di potenza superiore a 5 Watt. Medtronic è vicina a tutte le problematiche di ciascun paziente ed ha ritenuto di voler testare i propri dispositivi anche per l’eventualità che venissero impiantati in persone con l’hobby del radioamatore. Le vigenti normative permettono di usare trasmettitori di potenza 1 kilowatt a scopi amatoriali, mentre i trasmettitori delle Stazioni Radio AM e FM hanno potenze di 50 kilowatt ed i CB utilizzati per le trasmissioni radio di emergenza usano installazioni mobili da 150 watt. Con trasmettitori da 1 kilowatt i test condotti a frequenze tra 3,6 e 28,6MHz non hanno prodotto alcuna interferenza in presenza di campi elettromagnetici inferiori a 200 Volt/metro. Campi magnetici di tale intensità sono inoltre rarissimi se non nelle immediate vicinanze di una antenna di trasmissione ad alta potenza e pertanto possiamo concludere che anche l’uso amatoriale diretto da parte del portatore di pacemaker/defibrillatore di un trasmettitore radio non comporta alcun inconveniente.

RACCOMANDAZIONI:

  • Evitare il contatto diretto con l’antenna di trasmissione.